Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.


Focus operazioni doganali

Le tasse doganali per importazione merci extra UE

Tasse e dazi

Per acquistare merci da aziende che si trovano all'esterno dell'Unione Europea, quindi per importarle all'interno della zona Europea, è obbligatorio pagare alcuni tributi oltre all'IVA nella percentuale prevista nel paese d'ingresso delle merci. 

I tributi da pagare, detto comunemente dazi, sono proporzionati al valore commerciale della merce acquistata. Di norma tutte le spese extra rispetto al prezzo del valore, sono a carico del compratore. In alcuni casi, dietro specifici accordi, le spese costituite da tasse doganali ed atri oneri possono essere a carico del venditore, Il più delle volte quando il prezzo della merce acquistata viene stabilito comprensivo dei costi di sdoganamento, significa che il venditore ha effettuato comunque dei rincari per coprire gli ulteriori costi sostenuti per inviare la merce acquistata. 

Calcolo del dazio e pratiche doganali

Il calcolo del dazio da pagare quando si importano merci provenienti da paesi al di fuori dell'Unione Europea è valutato sulla base di una percentuale in proporzione al valore della merce acquistata. Il calcolo viene fatto basandosi sulla dichiarazione allegata alla spedizione ed alla fattura emessa dal venditore. A questi costi vanno aggiunti gli importi dovuti indicati come spese amministrative. Solfitamene sono importi predeterminati dalle normative vigenti.

Può succedere che una dichiarazione sulla merce da sdoganare oppure l'importo della fattura di vendita allegata, non convince l'impiegato di turno presente al momento del transito doganale. In questo caso, a discrezione dell'impiegato, il pacco o altri contenitori vengono aperti per un ulteriore controllo. Se l'intuizione dell'impiegato manifesta un'irregolarità fra il valore dichiarato e quello irregolarmente presunto, si procede d'ufficio ad una rivalutazione del valore della merce con conseguente rivalutazione dell'importo del dazio da pagare. 

Calcolo dell'IVA

In diversi paesi dell'Unione Europa, compresa l'Italia, è previsto il pagamento di una tassa nota a tutti chiamata IVA: Imposta sul Valore Aggiunto. Questa tassa viene applicata in fattura ed è calcolata in una percentuale variabile stabilita dal paese che accoglie la merce in transito. In Italia, per esempio, l'IVA ha raggiunto la percentuale del 22 per cento. Così se il valore della merce è di 150 euro, l'IVA calcolata al 22 per cento corrisponde a 33 euro che sommati ai 150 euro del costo della merce, sommano 180 euro. 

Assistenza doganale

Poiché la conoscenza delle norme inerenti al costo delle tasse e dazi doganali è molto complessa, le aziende ed i privati che devono acquistare merci provenienti da paesi che si trovano fuori dall'Unione Europea si possono affidare all'esperienza di specifiche aziende di trasporti che, seppur pagando delle commissioni per il trasporto delle merci e per l'espletamento di tutte le pratiche doganali, sollevano il venditore da ogni responsabilità .

Le aziende specializzate si occupano praticamente di tutto quello che necessita per consentire il trasporto delle merci in assoluta sicurezza. Il corriere scelto propone al cliente un preventivo con tutte le voci relative ai costi da sostenere. Mentre per i costi di sdoganamento, dazi doganali, tasse ecc, il calcolo viene effettuato sulla base del valore dichiarato della merce, riscontrabile dalla fattura allegata e dalla dichiarazione del venditore, particolare attenzione va posta alla voce addebito amministrativo. Questa voce, di per sè generica, si riferisce al costo stabilito dal corriere per compiere tutte le azioni amministrative necessarie alo sdoganamento.

A discrezione dell'azienda di spedizioni, questi costi possono variare in funzione di chi effettivamente svolge il servizio, ma anche della tipologia del cliente che si serve dei servizi di trasporto e sdoganamento. Una grande azienda che giornalmente spedisce i propri prodotti in tutto il mondo, avrà certamente un capitolo di voci di spesa per ogni singola spedizione inferiore a quello applicato ad un privato cittadino o azienda che spedisce la propria merce una tantum.

Ovviamente l'azienda che prende in carico la spedizione da effettuare per conto del cliente in un paese fuori dall'Unione Europea è tenuta a prendere tutti gli accorgimenti necessari al buon svolgimento del lavoro assegnatogli, pertanto potrà comunque accedere al contenuto dei pacchi del cliente a propria discrezione ovvero su imposizione delle autorità competenti.

tutti i nostri servizi

Contattaci

Spedizioni internazionali: +41 91 695.17.77
Spedizioni nazionali Italia: +39 0371 76.04.64

Desideri avere maggiori informazioni o un preventivo sui nostri servizi?

Fatti richiamare!

Lasciaci il tuo numero, verrai richiamato IMMEDIATAMENTE!

(*) campi obbligatori

A quale numero vuoi essere contattato? Inserire il prefisso internazione, ad esempio per l’Italia 0039xxxxxxxxxx
Di chi dobbiamo chiedere?
Come si chiama l’azienda?

Cliccando sul pulsante "CHIAMAMI" dichiaro di aver letto di accettare l'informativa sulla privacy

Il Servizio RECALL è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.