Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.


Libero scambio tra Svizzera e Cina!

La Svizzera e la Cina hanno firmato il 6 luglio 2013 a Pechino un accordo di libero scambio per agevolare i rapporti commerciali tra i due Paesi. L''intesa con Pechino è il risultato di due anni e mezzo di trattative nate per favorire gli scambi. La convenzione rappresenta, infatti, un passo importante per la politica estera, in quanto andrà a regolare circa il 95% delle esportazioni, riducendo i dazi doganali e facilitando il commercio.

Accordo tra Cina e Svizzera per il libero comercioIl 4 settembre il consiglio Federale ha adottato l'accordo sul libero scambio, aprendo così nuove possibilità di sviluppo dell'economia elvetica, potenziando l'accesso all'ampio mercato cinese, in forte crescita, oltre a migliorare la protezione della proprietà intellettuale e la sicurezza giuridica per gli scambi economici. L'accordo, infatti, prende in considerazione disposizioni circa la concorrenza,il trasporto e la circolazione delle merci, la promozione degli investimenti, la trasparenza nei settori degli appalti pubblici, oltre che questioni ambientali e di cooperazione economica e tecnica. Nell'intesa non si fa menzione, invece, ai diritti umani.

Il testo è stato accolto positivamente dalle aziende elvetiche, che dovrebbero trarne numerosi vantaggi, in particolare rispetto a tutti i Paesi che non hanno alcun accordo con la seconda potenza economica mondiale. La Svizzera esporta soprattutto orologi e prodotti chimici e farmaceutici, mentre da riceve soprattutto tessuti e macchinari a uso industriale. La Cina, inoltre, è diventata negli ultimi anni leader per il mercato tecnologico, come produttrice di pannelli solari o turbine eoliche vendute a livello mondiale.

Ma la Cina rappresenta di fatto il terzo partner commerciale (dopo l'Unione europea e gli Stati Uniti) del Paese elvetico, con un continuo aumento dei volumi degli scambi. Basti pensare che nel 2011 la Svizzera ha investito circa 5, 3 miliardi di franchi, oltre 13 miliardi di investimenti diretti (vale a dire l'1,3% dell'insieme delle partecipazioni svizzere all'estero) e che dal 1990 le esportazioni si sono moltiplicate per venti. L'accordo porterà quindi un notevole aumento di scambi commerciali sia a livello di importazioni sia di esportazioni, con nuove regole e facilitazioni per le procedure doganali e di trasporto.

Devi organizzare un
trasporto internazionale?

Scopri il nostro servizio

Contattaci

Spedizioni internazionali: +41 91 695.17.77
Spedizioni nazionali Italia: +39 0371 76.04.64

Desideri avere maggiori informazioni o un preventivo sui nostri servizi?

Fatti richiamare!

Lasciaci il tuo numero, verrai richiamato IMMEDIATAMENTE!

(*) campi obbligatori

A quale numero vuoi essere contattato? Inserire il prefisso internazione, ad esempio per l’Italia 0039xxxxxxxxxx
Di chi dobbiamo chiedere?
Come si chiama l’azienda?

Cliccando sul pulsante "CHIAMAMI" dichiaro di aver letto di accettare l'informativa sulla privacy

Il Servizio RECALL è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.