Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.


Focus operazioni doganali

La procedura di sdoganamento telematico - sistema AIDA

Il processo di progressiva internazionalizzazione delle imprese ha comportato una sempre più massiccia esigenza di razionalizzare il trasporto delle merci a livello internazionale dal punto di vista delle pratiche doganali. Il fatto che le merci possano circolare liberamente tra la maggior parte dei Paesi a un livello ormai mondiale non toglie infatti che siano necessarie procedure ben definite per sovrintendere a questa libertà di circolazione.

Grazie ai processi di informatizzazione e di uniformazione a livello europeo delle pratiche doganali, sono state negli ultimi anni introdotte diverse novità nella legislazione in materia di trasporto merci internazionale.

In particolare, a seguito della caduta delle barriere doganali tra i Paesi membri dell'Unione Europea nel 1993 con l'introduzione della tariffa doganale unitaria, l'Unione ha cercato di dotarsi di strumenti sempre più efficaci per regolamentare il trasporto merci velocizzando le procedure doganali grazie al ricorso all'innovazione tecnologica, in concomitanza però con l'applicazione di severi controlli mirati per impedire o almeno ridurre drasticamente i traffici illeciti e l'entrata sul territorio UE di merci contraffatte. 

Il progetto più noto dell'UE per informatizzare le procedure doganali riducendo i costi e ottimizzando i controlli è denominato e-customs. Si tratta in sostanza di un accordo che vincola la Commissione Europea e le autorità doganali dei Paesi membri alla progressiva costituzione di una cosiddetta "dogana elettronica paneuropea". Il cambiamento fondamentale rispetto al passato è la necessità di aggiornare l'apparato legislativo in modo che i documenti elettronici abbiano lo stesso valore di quelli cartacei: per far questo è naturalmente necessaria una innovazione anche tecnica in materia di autenticazione dei documenti digitali.

In Italia questo accordo europeo trova la sua applicazione nel sistema AIDA.

Il Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali ha fornito molti chiarimenti in merito alla circolare n. 22/D del 26 novembre 2009 (che istituisce il suddetto sistema), con cui l'Agenzia delle Dogane ha gettato le basi per l'introduzione di molte delle novità entrate progressivamente in vigore negli anni successivi con lo scopo specifico di snellire sempre di più la legislazione dei traffici commerciali senza tuttavia intaccare la loro sicurezza. 

Lo scopo primario dell'Agenzia delle Dogane è quello di raggiungere, grazie all'AIDA (cioè all'avvio delle "procedure di sdoganamento telematico per i regimi all'importazione in procedura di domiciliazione") un'integrazione tra il sistema doganale e quello fiscale. Questo sistema gestisce ormai oltre dieci milioni di pratiche doganali annue. Il sistema è in grado di acquisire dati quali il valore, la qualità e la quantità delle merci, gli Stati di origine e destinazioni che vengono monitorati e anche trasmessi a enti quali l'Istituto Nazionale di Statistica o la Ragioneria Generale dello Stato. 

Gli operatori che optano per lo sdoganamento telematico utilizzano la firma digitale invece dei classici documenti cartacei e possono usufruire di un fascicolo elettronico che conserva i documenti presentati all'atto della dichiarazione doganale.

E' da notare che questa procedura di domiciliazione, che permette di effettuare operazioni doganali direttamente dalla sede dell'azienda, quindi abbattendo l'obbligo di presentare le merci alla dogana, può essere richiesto da imprese commerciali, agricole, industriali e da quelle che si occupano di intermediazione nel commercio internazionali (case si spedizione, magazzini generali, corrieri aerei internazionali). Gli ovvi vantaggi sono l'assenza di accertamenti doganali ispezioni preventive e a campione, con una notevole riduzione della tempistica burocratica, e una notevole riduzione dei costi di gestione e adeguamento alle procedure doganali. 

tutti i nostri servizi

Contattaci

Spedizioni internazionali: +41 91 695.17.77
Spedizioni nazionali Italia: +39 0371 76.04.64

Desideri avere maggiori informazioni o un preventivo sui nostri servizi?

Fatti richiamare!

Lasciaci il tuo numero, verrai richiamato IMMEDIATAMENTE!

(*) campi obbligatori

A quale numero vuoi essere contattato? Inserire il prefisso internazione, ad esempio per l’Italia 0039xxxxxxxxxx
Di chi dobbiamo chiedere?
Come si chiama l’azienda?

Cliccando sul pulsante "CHIAMAMI" dichiaro di aver letto di accettare l'informativa sulla privacy

Il Servizio RECALL è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.